Si scrive

sagge

non

saggie

La regola

I sostantivi di genere femminile che, come saggia, al singolare terminano in -gia, con i non accentata, passando al plurale:

  • possono conservare la i → plurale in -gie.
  • possono perdere la i → plurale in -ge.

Il metodo per capire se un vocabolo ha il plurale in -ge o in -gie è il seguente:

  • se, nel singolare, prima di -gia c’è una vocale, allora il vocabolo ha plurale in -gie.
  • se, nel singolare, prima di -gia c’è una consonante (come avviene per saggia), allora il vocabolo ha il plurale in -ge.


Dunque:

Hanno la i nel plurale le parole del tipo:

  1. grattugia → plurale grattugia.
  2. ligia → plurale ligie.
  3. battigia → plurale battigie.


Non hanno la i nel plurale le parole del tipo:

  1. flangia → plurale flange.
  2. spiaggia → plurale spiagge.
  3. gorgia → plurale gorge.


Sulla base di quanto detto il plurale corretto di saggia è sagge.