Si scrive

veronge

non

verongie

La regola

I nomi femminili che, come verongia, al singolare finiscono in -gia, con i non accentata, al plurale possono comportarsi in due modi:

  • possono mantenere la i → plurale in -gie.
  • possono perdere la i → plurale in -ge.

Un criterio pratico per determinare se una parola ha il plurale in -ge o in -gie è questo:

  • se, nel singolare, -gia è preceduto da vocale, allora la parola ha plurale in -gie.
  • se, nel singolare, -gia è preceduto da consonante (come nel caso di verongia), allora la parola ha plurale in -ge.


Per cui:

Le parole come mogia, bigia, battigia, ecc. passando al plurale perdono la i:

  1. mogia → plurale mogie.
  2. bigia → plurale bigie.
  3. battigia → plurale battigie.


Le parole come reggia, lotaringia, uggia, ecc. passando al plurale perdono la i:

  1. reggia → plurale regge.
  2. lotaringia → plurale lotaringe.
  3. uggia → plurale ugge.


E pertanto, il plurale corretto di verongia è veronge.